/upload/header/investor.jpg

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2011

•  Il primo trimestre conferma un aumento sostenuto dei ricavi di vendita: 105 milioni di Euro, +17% rispetto allo stesso periodo del 2010.
•  Forte crescita dell’EBITDA a 14,9 milioni di Euro, +40,7% e della sua incidenza sulle vendite che si porta al 14,2%.
•  L’utile netto si attesta a 5,7 milioni di Euro, con un incremento del 37% rispetto al primo trimestre 2010.
•  L’indebitamento finanziario netto migliora a 71,2 milioni di Euro.


Bologna, 10 maggio 2011 – Il Consiglio di Amministrazione di Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), società quotata presso il Mercato Telematico Azionario – Segmento Star – organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Datalogic”) e leader nel mercato dei lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati, di sistemi a tecnologia RFID e visione, ha approvato in data odierna il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011.

Il primo trimestre dell’anno si chiude con un utile netto di 5,7 milioni di Euro, in crescita del 37% circa rispetto ai 4,1 milioni di Euro registrati nel primo trimestre 2010.

L’Amministratore Delegato di Datalogic, Mauro Sacchetto, ha così commentato: “L’esercizio 2011 si è aperto con risultati in decisa crescita rispetto all’anno precedente e all’ultimo trimestre sia in termini di fatturato che di redditività, confermando così l’ottimo andamento del 2010.
Il primo trimestre ha evidenziato un trend positivo in tutti i settori comprovando una crescita superiore rispetto ai mercati di riferimento. Gli interventi sulla struttura dei costi avviati negli esercizi precedenti hanno permesso ulteriori recuperi di efficienza garantendo così il conseguimento di una marginalità vicina ai nostri target di fine periodo del Piano Industriale 2010-2012.
Pur in presenza di una ripresa macroeconomica ancora incerta, guardiamo con fiducia il futuro e grazie alla leadership acquisita sui mercati e alla continua innovazione di prodotto, siamo confidenti di consolidare l’ormai avviato processo di crescita.”

I ricavi di vendita pari a 105 milioni di Euro evidenziano una crescita del 17,2% rispetto al primo trimestre del 2010 e risultano in progressione del 3% rispetto al quarto trimestre del 2010 grazie alla strategia commerciale e alla continua innovazione di prodotto. A cambi Euro/Dollaro costanti l’aumento rispetto all’esercizio precedente sarebbe stato leggermente inferiore (16,7%).

L’EBITDA si attesta a 14,9 milioni di Euro con un forte aumento del 40,7% rispetto al primo trimestre 2010 pari a 10,6 milioni di Euro ed al quarto trimestre dell’esercizio precedente pari 10,9 milioni di Euro, confermando la continua progressione nei risultati e una notevole crescita della marginalità (EBITDA margin al 14,2% rispetto all’11,8% del primo trimestre 2010). Tale positivo andamento è stato possibile grazie al contenimento della crescita dei costi operativi, che si sono attestati a 37,6 milioni di Euro (in crescita del 13,6% sul primo trimestre 2010 e in diminuzione del 3% rispetto al trimestre precedente). I costi per la ricerca e sviluppo, pari a 6,8 milioni di Euro, si mantengono al 6,5% del fatturato.

Ancora più significativa risulta la crescita a livello di risultato operativo ordinario (EBITANR[1]) che si attesta a 12,2 milioni di Euro (da 7,7 milioni di Euro nel primo trimestre 2010 e da 7,9 milioni di Euro nell’ultimo trimestre dell’esercizio 2010).

Dopo oneri finanziari sostanzialmente stabili a 1,5 milioni di Euro rispetto a 1,4 milioni di Euro del primo trimestre 2010 e perdite su cambi per 1,5 milioni di Euro rispetto ad un utile su cambi di 0,9 milioni di Euro del primo trimestre 2010, l’utile netto di Gruppo cresce a 5,7 milioni di Euro rispetto ai 4,1 milioni di Euro realizzato nel primo trimestre dell’esercizio precedente.

La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2011 risulta negativa per 71,2 milioni di Euro ed evidenzia un ulteriore miglioramento rispetto ai 76,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2010.

Il capitale circolante netto è pari a 32,7 milioni di Euro al 31 marzo 2011 in aumento di 5,5 milioni di Euro rispetto ai 27,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2010.



Tutte le divisioni operative del Gruppo sono cresciute rispetto al primo trimestre dell’esercizio precedente; in particolare, la divisione Scanning e la divisione Automation hanno continuato ad evidenziare un andamento molto positivo nei primi tre mesi dell’anno.

Nel dettaglio, Datalogic Automation, specializzata nella produzione di sistemi di identificazione automatica barcode, RFID e visione, ha registrato nel trimestre un fatturato pari a 24,4 milioni di Euro, in crescita del 28,5%. La Divisione Datalogic Scanning, specializzata nella produzione di lettori di codici a barre fissi per il mercato retail e di lettori manuali, è cresciuta del 21% circa con un fatturato di 50,9 milioni di Euro. La Divisione Datalogic Mobile, specializzata nella produzione di mobile computer ad uso professionale, ha chiuso il trimestre con ricavi di vendita a 21,1 milioni di Euro in aumento del 2,4%, mentre la divisione Business Development, che comprende le società Informatics Inc. ed Evolution Robotics Retail Inc. ha riportato un aumento dell’8,1% con un fatturato pari a 8,6 milioni di Euro.

Di seguito si forniscono le vendite (comprensive dei ricavi infrasettoriali) e i risultati di settore (prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni - EBITANR) per i primi tre mesi del 2011 delle singole Divisioni Operative. In particolare si evidenzia la forte crescita dell’EBITANR per le divisioni Automation e Scanning.



In merito alle aree geografiche, nel primo trimestre 2011 i mercati emergenti dell’Asia continuano ad evidenziare una forte crescita delle vendite con un aumento del 46% a 14 milioni di Euro rispetto ai 9,7 milioni di Euro dello stesso periodo dell’anno precedente. Nel trimestre si evidenzia una buona ripresa del mercato italiano, che sale del 21% passando da 9,1 milioni di Euro a 11 milioni di Euro, seguito dal Nord America, che cresce del 18% passando da 25 milioni di Euro a 29,4 milioni di Euro, e dall’Europa che sale del 13% passando da 37,9 milioni di Euro a 42,9 milioni di Euro.

Si ricorda che il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 non è oggetto di revisione contabile ed è disponibile nella sezione Investor Relations del sito della società www.datalogic.com.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari - Dott. Marco Rondelli – dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.


[1] EBITANR – Earnings before interest, taxes, acquisition and non recurring – Risultato operativo ordinario prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni.