/upload/header/investor.jpg

Datalogic: +12,1% i ricavi di vendita, a 130,2 milioni di Euro, al 31 Dicembre 2003 (116,1 milioni nel 2002)


Bologna, 9 gennaio 2004 - Ricavi di vendita consolidati per 130,2 milioni di Euro nel 2003, in crescita del 12,1% rispetto ai 116,1 milioni dell'anno precedente.

Sono questi i dati di preconsuntivo relativi ai ricavi nell'esercizio appena concluso di Datalogic S.p.A., società quotata presso il Nuovo Mercato, attiva nella progettazione, produzione e distribuzione di sistemi per la lettura di codici a barre.
Con riferimento alle aree geografiche, risulta particolarmente evidente la crescita del fatturato in Germania (+25% rispetto all'esercizio precedente), in Spagna (+42%) e in Svezia (+56%).

Va comunque notato che le vendite del 2002 non tenevano in considerazione i risultati della controllata svedese Minec, consolidata a partire dal 2003, che ha contribuito per circa 2,6 milioni di Euro. Importanti soddisfazioni arrivano anche dagli Stati Uniti e dall'Italia, Paesi nei quali continua il consolidamento delle quote di mercato.

"I risultati dell'esercizio appena concluso - ha dichiarato Roberto Tunioli, Amministratore Delegato della Società - assumono un rilievo particolare se si considera che l'incremento delle vendite sconta la svalutazione del 16% del dollaro nei confronti dell'Euro (cambio medio annuo 2003), e che una parte significativa dei nostri ricavi viene fatturata con la moneta americana".