/upload/header/investor.jpg

Datalogic: il consiglio di amministrazione approva i dati al 30 Settembre 2003


Bologna, 14 novembre 2003 - Ricavi per 95,2 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2003 (+15% rispetto agli 82,8 milioni del corrispondente periodo del 2002).

Redditività in netto miglioramento: il margine operativo lordo si attesta a 15,4 milioni di Euro (+46% rispetto ai 10,5 milioni dello scorso esercizio), il risultato operativo a 8,5 milioni di Euro, più che doppio rispetto ai 3,9 milioni dei primi nove mesi del 2002.

Utile consolidato (al lordo delle imposte) a quota 9,2 milioni di Euro nei primi nove mesi del 2003, più che triplicato rispetto ai 2,8 milioni del corrispondente periodo del 2002.

Questi, in sintesi, i dati al 30 settembre 2003 approvati oggi dal Consiglio di Amministrazione di Datalogic S.p.A., società quotata presso il Nuovo Mercato, attiva nella progettazione, produzione e distribuzione di sistemi per la lettura di codici a barre.

Con riferimento al terzo trimestre 2003, i risultati evidenziano un fatturato consolidato di 30,4 milioni di Euro (+33% rispetto ai 22,9 milioni del terzo trimestre 2002), un margine operativo lordo di 4,8 milioni più che doppio rispetto ai 2,2 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio e un risultato operativo di 2,9 milioni (-0,5 milioni).

Relativamente alle singole linee di prodotto, crescono in modo significativo, a quota 81,2 milioni di Euro, i ricavi relativi ai lettori ottici (+18% rispetto ai primi nove mesi del 2002) e i ricavi per servizi (+39%).

Con riferimento alle aree geografiche, è stata particolarmente significativa la crescita del mercato europeo (+25%), dovuta prevalentemente al positivo andamento della Germania (+28%), e della penisola iberica (+56%). Va comunque notato che le vendite del 2002 non tenevano in considerazione i risultati della controllata svedese Minec, consolidata a partire dal 2003, che ha contribuito per 2,1 milioni di Euro.

Negli Stati Uniti ed in Italia continua il rafforzamento della posizione competitiva.

La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2003, attiva per 33,4 milioni di Euro, risulta stabile rispetto al  31 dicembre 2002 ed in miglioramento rispetto ai 31,6 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio.

"I risultati nei primi nove mesi dell'anno - ha dichiarato Roberto Tunioli, Amministratore Delegato della Società - sono stati estremamente soddisfacenti. Il miglioramento della redditività e la crescita particolarmente sostenuta anche in Paesi chiave come la Germania confermano la lungimiranza delle nostre scelte nel presidio di importanti mercati esteri."

"Ritengo particolarmente importante - ha aggiunto Tunioli - sottolineare come la validità delle soluzioni implementate presso i nostri clienti abbia consentito di espandere i nostri business, consolidando la nostra leadership e rafforzando ulteriormente il nostro posizionamento competitivo".