/upload/header/investor.jpg

Datalogic: l’assemblea degli azionisti approva il bilancio per l’esercizio 2003


Bologna, 22 aprile 2004 - Ricavi consolidati a 131,5 milioni in crescita dell'11,4% (118 milioni al 31/12/2002), utile netto a 7,18 milioni di Euro (+33,9% rispetto ai 5,36 milioni al 31/12/2002). Dividendo di Euro 0,18 per azione in pagamento dal 29 aprile 2004.

Autorizzato il CdA ad effettuare operazioni di buy-back per sostenere il corso del titolo e favorire eventuali ingressi di nuovi investitori istituzionali.

Allargato da 9 a 11 il numero dei componenti il Consiglio di Amministrazione con l'ingresso di due nuovi consiglieri.

L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Datalogic S.p.A. - il maggior produttore europeo di lettori di codici a barre e di terminali portatili per la raccolta e trasmissione di dati, attivo anche nella produzione di sistemi di identificazione tramite radiofrequenza (RFID) - ha approvato oggi il bilancio al 31 dicembre 2003 e ha deliberato la distribuzione di un dividendo di Euro 0,18 per azione ordinaria, con stacco della cedola il 26 aprile e pagamento a decorrere dal 29 aprile 2004.

Il 2003 si chiude con ricavi netti consolidati pari a 131,5 milioni di Euro (+11,4% rispetto ai 118 milioni al 31/12/2002), Margine Operativo Lordo per 21,3 milioni di Euro (+25,5% rispetto ai 16,97 milioni al 31/12/2002), Risultato Operativo pari a 11,03 milioni di Euro in crescita del 40,4% rispetto ai 7,86 milioni al 31/12/2002.

L'utile netto consolidato è stato di 7,18 milioni di Euro (+33,9% rispetto ai 5,36 milioni al 31/12/2002). La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2003 risulta positiva per 39,55 milioni di Euro, in miglioramento rispetto ai 33,42 milioni al 30 settembre 2003.

E' stato inoltre confermato alla società PricewaterhouseCoopers l'incarico per la revisione e la certificazione dei bilanci civilistico e consolidato anche per il triennio 2004-2006.

Nel corso dell'Assemblea è stato nominato il Collegio Sindacale della società, in carica fino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2006. Il Collegio è presieduto da Stefano Romani ed è composto da Gianluca Cristofori e Roberto Feverati quali sindaci effettivi, e da Giorgio Delli e Patrizia Passerini in qualità di sindaci supplenti.

L'Assemblea, inoltre, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione ad effettuare operazioni di acquisto e di vendita di azioni proprie.

Più in dettaglio, l'autorizzazione riguarda l'acquisto, e la loro successiva disposizione, fino ad un massimo di 1.150.000 azioni ordinarie Datalogic S.p.A. - pari al 9,66% del capitale sociale - per il periodo intercorrente tra la data odierna e quella in cui l'Assemblea sarà convocata per l'approvazione del bilancio per l'esercizio 2004, ovvero 18 mesi.

Secondo il piano approvato il prezzo di acquisto per ogni azione ordinaria sarà compreso tra il valore nominale di 5 Euro e 18 Euro.

Nel corso dell'Assemblea Straordinaria che modifica l'articolo 15 dello statuto sociale, infine, è stato aumentato da 9 a 11 il numero dei componenti il Consiglio di Amministrazione della società, che rimarrà in carica fino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2006. Sono stati confermati amministratori Romano Volta, Presidente e fondatore di Datalogic, Roberto Tunioli, Vice Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, Pier Paolo Caruso, Giancarlo Micheletti, Alberto Forchielli, Umberto Paolucci, Elserino Piol, Gabriele Volta e Valentina Volta. Angelo Manaresi, e John O'Brien entrano per la prima volta nel Consiglio.