/upload/header/investor.jpg

Datalogic S.p.A. (Star: DAL.MI) l’azionista di controllo Hydra, si impegna a cedere a Tamburi & Associati, che si impegna a comprare l’80% dei propri diritti d’opzione relativi all’aumento di capitale che sarà deliberato il prossimo 2 dicembre

L’aumento di capitale è finalizzato all’operazione di acquisizione della società americana PSC annunciata lo scorso 24 ottobre. Già raccolte da Tamburi & Associati manifestazioni di interesse per un totale di 82,5 milioni di Euro che consentono la copertura integrale dell’aumento di capitale


Bologna, 14 novembre 2005
- Datalogic comunica che l’azionista di controllo Hydra S.p.A. – che detiene ad oggi 8.930.989 azioni ordinarie di Datalogic, pari al 72,2% del capitale – ha sottoscritto un contratto con il quale si impegna a cedere a Tamburi & Associati S.p.A. l’80% dei propri diritti d’opzione derivanti dal previsto Aumento di capitale che sarà deliberato dall’Assemblea del prossimo 2 dicembre (o in seconda convocazione il 3 dicembre).

L’impegno a comprare assunto da Tamburi & Associati – per sé o per terzi investitori - è relativo all’acquisizione dei diritti d’opzione di parte delle azioni di nuova emissione di spettanza di Hydra ad un prezzo di esercizio compreso tra un minimo di 22 ed un massimo di 23 Euro per azione, versando il relativo controvalore a Datalogic a titolo di sottoscrizione aumento di capitale in funzione di quanto sarà deliberato dall’assemblea.

Tamburi & Associati, in qualità di regista dell’operazione incaricata da Datalogic, ha già individuato alcuni investitori che hanno assunto un impegno fino alla sottoscrizione integrale dell’aumento di capitale per un controvalore complessivo sino a 82,5 milioni di Euro.

Tra questi, Tamburi Investment Partners S.p.A. (TIP, già azionista di Datalogic con il 2,2% circa ed azionista di controllo di Tamburi & Associati S.p.A.) si è direttamente impegnata ad una sottoscrizione massima sino a 20 milioni di Euro.

L’acquisizione di PSC, per un controvalore complessivo di 195 milioni di dollari (enterprise value), prevede il pagamento in un’unica soluzione entro il prossimo mese di Dicembre, e verrà finanziata da Datalogic (a regime) mediante ricorso a debito bancario per 95 milioni di dollari e con mezzi propri per i restanti 100 mil. (liquidità per circa 24 milioni di dollari e aumento di capitale per circa 76 mil.).

Il Gruppo PSC, con headquarter a Eugene (Oregon) da oltre trent’anni sviluppa, produce e commercializza scanner fissi per il mercato retail, lettori manuali e terminali portatili. PSC rappresenta uno dei pionieri nel mercato AIDC: è a questa società che si deve nel 1974 l’introduzione del primo scanner fisso per la lettura del barcode nel punto vendita.


Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea dei Soci (prevista entro la prima metà del mese di Dicembre 2005) l’emissione di massimo n. 3.496.500 azioni da nominali Euro 2,08 e un sovrapprezzo compreso fra i 19,92 e 20,92 Euro, in forma scindibile ed in opzione ai Soci.

Gli impegni di T&A sono comunque subordinati al fatto che il Closing dell’acquisizione di PSC Inc. (previsto per il prossimo mese di Dicembre) avvenga entro l’ultimo giorno utile per la sottoscrizione dell’aumento di capitale.