/upload/header/investor.jpg

Datalogic (Star: DAL.MI) - Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione semestrale al 30 Giugno 2012. Forte crescita dell’utile netto a 26,6 milioni di Euro e della marginalità, EBITDA margin al 17,2%

• Il primo semestre 2012 evidenzia un forte incremento di tutti gli indicatori economici nonostante un andamento debole della domanda ed un contesto macroeconomico recessivo

• Ricavi di vendita a 236,9 milioni di Euro in crescita del 12,7% rispetto allo stesso periodo del 2011

EBITDA a 40,6 milioni di Euro, +28% rispetto al primo semestre 2011; EBITDA margin in crescita al 17,2% dal 15,1%

• Forte crescita dell’utile netto a 26,6 milioni di Euro da 7,8 milioni di Euro nel primo semestre 2011

• Indebitamento finanziario netto a 171,8 milioni di Euro a seguito dell’acquisizione di Accu-Sort Systems Inc. perfezionata nel mese di gennaio

 

Bologna, 30 luglio 2012 – Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), società quotata presso il Mercato Telematico Azionario – Segmento Star – organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Datalogic”) e leader mondiale nell’identificazione automatica e uno dei principali fornitori di soluzioni globali e produttore di lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati, di sistemi a tecnologia RFID e visione, ha approvato in data odierna la Relazione Semestrale al 30 giugno 2012.
Il primo semestre dell’anno, che consolida Accu-Sort Systems (dal 20 gennaio 2012) e PPT Vision, evidenzia una forte crescita dell’utile netto a 26,6 milioni di Euro, rispetto ai 7,8 milioni di Euro registrati nel primo semestre 2011, ed un notevole incremento della marginalità.

L’Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic, Mauro Sacchetto, ha così commentato: “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nel semestre, anche in considerazione di un contesto particolarmente difficile sul lato della domanda ed in un clima globalmente recessivo.

Il rallentamento del business da parte del mercato non ha impedito a Datalogic di continuare a crescere, grazie soprattutto alla continua innovazione di prodotto e di processo e all’attività di R&D, che ricordo in questo semestre è cresciuta rispetto all’anno precedente.

I miglioramenti implementati dal Gruppo negli ultimi anni, volte a ottimizzare i processi logistici e distributivi, hanno permesso ulteriori progressi in termini di marginalità e una riduzione strutturale dei costi che continuerà ad incidere positivamente sulla redditività.

Nel corso del semestre è stata poi completata con successo ed in anticipo rispetto ai tempi previsti, l’integrazione delle società acquisite Accu-Sort Systems e PPT Vision in Datalogic Automation, potenziando così la posizione globale del Gruppo nel mercato dell’automazione industriale.
Inoltre il nuovo assetto organizzativo per mercato di riferimento - Automatic Data Capture (ADC) e Industrial Automation - la nuova Supply Chain del segmento ADC e il potenziamento dello stabilimento in Vietnam, hanno, come previsto, iniziato a produrre i primi effetti benefici che prevediamo continuare nei trimestri successivi. Siamo pertanto sereni nell’affrontare le sfide di un mercato oggettivamente più difficile e continueremo a investire nel portafoglio prodotti e nei processi industriali per conseguire migliori livelli di performance economica e finanziaria”.

I ricavi di vendita pari a 236,9 milioni di Euro evidenziano una crescita del 12,7% rispetto al primo semestre del 2011. I ricavi hanno beneficiato dell’andamento del dollaro, infatti a cambi Euro/Dollaro costanti l’aumento rispetto all’esercizio precedente sarebbe stato pari al 7,7%. I ricavi delle vendite incorporano i ricavi di Accu-Sort Systems Inc. e di PPT Vision Inc. per un totale di 20,8 milioni di Euro.

L’EBITDA si attesta a 40,6 milioni di Euro con un incremento del 28% rispetto al primo semestre 2011 pari a 31,8 milioni di Euro, confermando un’ulteriore crescita della marginalità (EBITDA margin al 17,2% rispetto al 15,1% del primo semestre 2011). Tale risultato beneficia di circa 5,5 milioni di Euro di ricavi conseguiti nel primo trimestre legati alla vendita di alcuni asset, quali brevetti, know-how ed altre immobilizzazioni immateriali, relativi a un business non core per il Gruppo, e dell’impatto graduale  degli effetti della nuova Supply Chain relativa al segmento ADC.

I costi per la ricerca e sviluppo, pari a 15,9 milioni di Euro, si portano al 6,7% rispetto al 6,4% del fatturato registrato nel primo semestre 2011.

L’EBITDA di Gruppo, come evidenziato nella tabella seguente, risente delle attività di riorganizzazione ed integrazione delle due società PPT Vision ed Accu-Sort Systems, acquisite tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012.

1H12

Si ricorda, infatti, che dal primo luglio 2012 è operativa l’integrazione delle società Datalogic Automation, Accu-Sort Systems e PPT Vision in un’unica entità Datalogic Automation.

Il risultato operativo ordinario (EBITANR ) si attesta a 35,6 milioni di Euro (+34,4% rispetto ai 26,5 milioni di Euro nel primo semestre 2011), con un’incidenza sul fatturato salita al 15% dal 12,6% del primo semestre 2011.

Dopo oneri finanziari pari a circa 4 milioni di Euro rispetto a 2,9 milioni di Euro del primo semestre 2011, utili su cambi che si attestano a 4,5 milioni di Euro rispetto alle perdite pari a 2,3 milioni di Euro del primo semestre 2011 e imposte e tasse a 5,4 milioni di Euro rispetto a 4,1 milioni di Euro del primo semestre 2011, l’utile netto di Gruppo cresce a 26,6 milioni di Euro rispetto ai 7,8 milioni di Euro realizzato nel primo semestre dell’esercizio precedente.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2012 risulta negativa per 171,8 milioni di Euro rispetto ai 59,4 milioni di Euro al 31 dicembre 2011, tale andamento è principalmente ascrivibile all’acquisto della partecipazione del Gruppo Accu-Sort Systems per 100,3 milioni di Euro.
Il capitale circolante netto è pari a 46,4 milioni di Euro al 30 giugno 2012 in aumento di 16,5 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2011 (pari a 29,8 milioni di Euro).

A livello trimestrale, i risultati del secondo trimestre dell’esercizio 2012 appaiono in netto progresso sia rispetto al secondo trimestre 2011 che al primo trimestre 2012 principalmente in termini di miglioramento della marginalità: in particolare i ricavi di vendita si confermano a 121,5 milioni di Euro (+15,4% sul secondo trimestre 2011 e +5,3% rispetto al trimestre precedente), l’EBITDA a 22,2 milioni di Euro (+31,3% rispetto al secondo trimestre 2011 e +19,8% sul primo trimestre 2012), ed il risultato operativo ordinario (EBITANR) a 19,5 milioni di Euro (+36,5% rispetto al secondo trimestre 2011 e +21,1% rispetto al primo trimestre 2012).

 

1H12

[1] EBITANR – Earnings before interest, taxes, acquisition and non recurring – Risultato operativo ordinario prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni

 

Dal primo gennaio 2012 è operativa la nuova struttura organizzativa del Gruppo suddivisa per mercati di riferimento e disegnata in modo da offrire soluzioni integrate a livello globale. Il Gruppo si configura oggi come segue:

Divisione Automatic Data Capture (ADC) - comprende Datalogic Scanning, Datalogic Mobile, Enterprise Business Solutions ed Evolution Robotics Retail Inc.

Divisione Industrial Automation Automation – comprende Datalogic Automation (che ha integrato dal primo luglio 2012 le neo-acquisite Accu-Sort Systems Inc. e PPT Vision Inc.)

Informatics

Di seguito si forniscono le vendite (comprensive dei ricavi infrasettoriali) e i risultati di settore (prima dei costi e ricavi non ricorrenti e dDi seguito si forniscono le vendite (comprensive dei ricavi infrasettoriali) e i risultati di settore (prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni - EBITANR) per i primi sei mesi del 2012 delle singole Divisioni Operative.

1H12

In merito alle aree geografiche, si evidenzia il buon andamento delle vendite nei mercati del Nord America, cresciuto del 34% a 83,2 milioni di Euro, e dell’Europa che cresce del 10% a 92,9 milioni di Euro.

EVENTI NEL SEMESTRE

Da gennaio 2012 è operativa la nuova Divisione ADC.

Il 20 gennaio 2012 è stata perfezionata l’acquisizione della società Accu-Sort Systems Inc. e delle sue controllate. Accu-Sort, con sede a Telford in Pennsylvania, annovera circa 80 brevetti, di cui 57 registrati negli Stati Uniti, 250 dipendenti, uno stabilimento produttivo, due centri di ricerca, uno in Europa ed uno in USA, e 8 uffici commerciali.

EVENTI SUCCESSIVI ALLA CHIUSURA DEL SEMESTRE

Dal primo di luglio 2012 è operativa l’integrazione delle società Datalogic Automation, Accu-Sort Systems e PPT Vision in un’unica entità che rafforza la posizione globale del Gruppo nel mercato dell’automazione industriale.

PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL’ATTIVITÀ PER L’ESERCIZIO IN CORSO ED EVENTI SUCCESSIVI

Nonostante il contesto economico globale stia confermando le previsioni negative circa l’andamento della domanda e le tensioni sui mercati finanziari, il Gruppo ha incrementato, nel corso della prima metà del 2012, il proprio volume d’affari rispetto all’anno precedente, anche senza considerare il beneficio derivante dalle acquisizioni effettuate. Inoltre ha registrato un incremento consistente della marginalità, sia in termini di risultato operativo, sia per quanto concerne l’utile netto.
Gli investimenti degli anni precedenti, infatti, volti a ottimizzare i processi logistici e distributivi, hanno avuto e si prevede continuino ad avere un impatto positivo sulla marginalità del Gruppo. La struttura dei costi consentirà di mantenere elevati livelli di profitto anche in assenza di incrementi nel volume d’affari.
Pertanto, nei mesi a venire, Datalogic continuerà a investire per potenziare il portafoglio prodotti ed ulteriormente efficientare i processi industriali al fine di conseguire i migliori livelli di performance economica e finanziaria nel proprio settore.

Inoltre, nella seconda metà dell’esercizio 2012, Datalogic proseguirà nel processo di messa a regime del modello operativo attuale, derivante delle acquisizioni effettuate in ambito Industrial Automation e dall’implementazione della nuova divisione ADC.

***

Il Consiglio di Amministrazione tenutosi in data odierna ha, inoltre, deliberato alcune modifiche allo Statuto Sociale rientranti nella propria competenza ai sensi di legge e di Statuto, al fine di adeguarne pienamente i contenuti alle novità introdotte dalla Legge n. 120 del 12 luglio 2011 (recante le disposizioni concernenti la parità di accesso agli organi di amministrazione e di controllo delle società quotate in mercati regolamentati). Il testo del nuovo Statuto Sociale sarà messo a disposizione del pubblico secondo le modalità ed i termini previsti dalla normativa di legge e regolamentare attualmente in vigore.

***

Si rende noto che l'attività di revisione della Relazione Semestrale non è ancora stata finalizzata e che la relazione della società di revisione verrà pertanto messa a disposizione entro i termini di legge. Si segnala infine che il conto economico e lo stato patrimoniale allegati rappresentano schemi riclassificati e come tali non oggetto di verifica da parte degli auditors.

Si ricorda infine che la Relazione Semestrale di Datalogic S.p.A. sarà a disposizione di chiunque ne faccia richiesta presso la sede sociale e presso la sede di Borsa Italiana S.p.A., e sarà inoltre consultabile sul sito internet della società www.datalogic.com (sezione Investor Relations).

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari - Dott. Marco Rondelli – dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Tabella del CE Riclassificato (MOL) al 30 giugno 2012 – Euro/1.000

1H12

Nota: A seguito dell’introduzione dei principi IAS, nei prospetti di bilancio i componenti straordinari non sono più evidenziati separatamente ma inclusi nella gestione ordinaria. Al fine di garantire una migliore rappresentazione della profittabilità ordinaria del Gruppo, si è preferito esprimere un risultato operativo al lordo dei costi/ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni, definito “Risultato operativo ordinario prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni (EBITANR - Earnings before interest, taxes, acquisition and non recurring)” indicato con il termine “Risultato operativo ordinario”. Per consentire la comparabilità rispetto ai prospetti di bilancio viene comunque fornito un ulteriore margine di profittabilità intermedio (definito come “Risultato operativo”) che include i costi/ricavi non ricorrenti e gli ammortamenti derivanti da acquisizioni che corrisponde a quanto esposto nello schema di Bilancio.

[1] EBITANR – Earnings before interest, taxes, acquisition and non recurring – Risultato operativo ordinario prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni.

[1] EBITDA - Earnings before interest, taxes, depreciation and amortization – Utile/perdita del periodo al lordo degli ammortamenti di immobilizzazioni materiali ed immateriali, dei costi non ricorrenti, degli oneri e proventi finanziari e delle imposte sul reddito


Stato Patrimoniale Riclassificato al 30 giugno 2012 – Euro/1.000

1H12

 

Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2012 – Euro/1.000

1H12