/upload/header/investor.jpg

Datalogic (Star: dal.mi): il Consiglio di Amministrazione approva il resoconto intermedio sulla gestione al 31 marzo 2009

• La società non ha bruciato cassa operativa (al netto delle uscite non ricorrenti) nonostante la grave crisi dei mercati internazionali. 
• Ricavi di vendita per 73,1 milioni di Euro (96 milioni di Euro al 31 marzo 2008), in linea con le aspettative della società.
• Margine operativo lordo (EBITDA) negativo per 515 mila Euro.
• Risultato operativo ordinario (EBITANR) negativo per 4,1 milioni di Euro.

Bologna 14 Maggio 2009 -  Il Consiglio di Amministrazione di Datalogic S.p.A. - società quotata presso il segmento Star, leader nel mercato dei lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati, di sistemi a tecnologia RFID e di dispositivi fotoelettrici - ha approvato oggi il resoconto intermedio sulla gestione al 31 marzo 2009.

"I risultati del primo trimestre sono stati penalizzati dalla profonda crisi che ha colpito l'economica mondiale - ha commentato Mauro Sacchetto, Amministratore Delegato di Datalogic. - La Società ha implementato tutte quelle attività necessarie a non bruciare cassa attraverso azioni di cost cutting senza ridurre i costi di R&D e del nuovo Plant in Vietnam (che sarà inaugurato a metà luglio 2009) al fine di garantire prodotti sempre più competitivi. Il risultato del 1Q è stato esattamente in linea con questo piano".

Il primo trimestre dell'anno si chiude con ricavi di vendita consolidati per 73,1 milioni di Euro, in calo del 24% rispetto ai 96 milioni del corrispondente periodo dell'anno precedente.

Il margine operativo lordo (EBITDA) è negativo per 515 mila Euro (11,6 milioni di Euro al 31 marzo 2008), il risultato operativo ordinario (EBITANR) è negativo per 4,1 milioni di Euro, in diminuzione rispetto agli 8,7 milioni di Euro registrati nel corrispondente periodo dello scorso esercizio.

Il risultato economico consolidato di esercizio, che ha evidenziato una perdita netta pari a 5,5 milioni di Euro (4,3 milioni di Euro l'utile consolidato netto al 31 marzo 2008), è attribuibile alla forte contrazione delle vendite registrate nei primi tre mesi dell'anno; tutti i principali mercati di sbocco dei prodotti delle società del Gruppo Datalogic (industriale, distribuzione e logistico) hanno pesantemente risentito della crisi che, a partire dall'ultimo trimestre del 2008, ha colpito l'economia mondiale.

Con riferimento alle singole Divisioni operative si forniscono qui di seguito le vendite (comprensive dei ricavi infrasettoriali) e i risultati di settore (prima dei costi e ricavi non ricorrenti e degli ammortamenti derivanti da acquisizioni) relativamente al primo trimestre 2009 (in Euro milioni).
 

Divisioni   Vendite   Risultato di settore
Datalogic Mobile   16,1    (1,3) 
Datalogic Automation   15,8    (2,6) 
Datalogic Scanning   34,7   (1,4) 
Informatics   6,7    0,4 
Datalogic S.p.A.   3,2    0,8 
Rettifiche   (3,4)    0
Gennaio - Marzo 2009   73,1   (4,1) 





 


La posizione finanziaria netta di Datalogic al 31 marzo 2009 è negativa per 116,6 milioni di Euro, in aumento sia rispetto a quella al 31 dicembre 2008 (negativa per 106,9 milioni di Euro) sia rispetto a quella al 31 marzo 2008 (negativa per 69,3 milioni).
Al netto delle uscite non ricorrenti (pagamenti di bonus/incentivi pluriennali) pari a 9,4 milioni di  Euro, la posizione finanziaria netta risulterebbe sostanzialmente allineata rispetto al 31 dicembre 2008.

Da evidenziare infine che la Società, nel corso del primo trimestre, ha continuato ad investire in Ricerca e Sviluppo (per circa 6,8 milioni di Euro, 9,3% sui ricavi).

Si ricorda che il Resoconto Intermedio al 31 marzo 2009 non è oggetto di revisione contabile ed è disponibile nella sezione Investor Relations del sito della società www.datalogic.com.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari - Dott. Marco Rondelli - dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.