/upload/header/investor.jpg

Datalogic (Star: dal.mi): nel secondo trimestre 2008 ricavi di vendita a quota 98 milioni di euro (+3% rispetto al secondo trimestre del 2007). A cambi Euro/USD costanti la crescita sarebbe stata di circa il 10%

Bologna 4 luglio 2008 – Nel corso del primo semestre dell’anno in corso il Gruppo Datalogic, ha registrato ricavi di vendita consolidati per 194 milioni di Euro, in calo del 2% rispetto ai 199 milioni del corrispondente periodo dell’anno precedente. A cambi Euro/Usd costanti la crescita sarebbe stata del 3% (fatturato proforma pari a oltre 205 milioni di Euro).

Nel secondo trimestre dell’esercizio in corso i ricavi hanno raggiunto quota 98 milioni di Euro, con un incremento pari a oltre il 3% rispetto ai 95 milioni di Euro registrati nel secondo trimestre del 2007. A cambi Euro/Usd costanti la crescita sarebbe stata di circa il 10%.

Sono questi i dati di preconsuntivo relativi ai ricavi di Datalogic S.p.A., società quotata presso il segmento Star, terzo produttore al mondo, e il maggiore in Europa, di lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati e di sistemi a tecnologia RFID (sistemi di identificazione tramite radiofrequenza).

Con riferimento alle singole divisioni operative, nei primi sei mesi dell’anno, Datalogic Mobile ha raggiunto ricavi di vendita per 43,7 milioni di Euro (-7% rispetto al corrispondente periodo del 2007 e -3% a cambi Euro/Usd costanti), Datalogic Scanning 92,4 milioni di Euro (sostanzialmente in linea rispetto al  corrispondente periodo del 2007 e +7% a cambi Euro/Usd costanti) e Datalogic Automation 35,7 milioni di Euro (in linea rispetto al corrispondente periodo del 2007 e +2% a cambi Euro/Usd costanti). Buone sia le performance della linea Shopevolution (+5%) sia della società Informatics Inc. (+3% in valuta Usd).

Il Consiglio di Amministrazione per l’approvazione dei dati al 30 giugno 2008 è stato fissato per l’ 8 agosto 2008.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari - Dott. Marco Rondelli – dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.