/upload/header/investor.jpg

Datalogic (TechStar: DAL.MI)- Ampliata la presenza sui mercati esteri: al via ulteriori investimenti in Olanda, Austria e Finlandia

Dall'operazione stimati ricavi complessivi per oltre 13 milioni di Euro alla fine del 2005, con tassi di crescita superiori al 30%


Bologna, 10 gennaio 2005
- Si rafforza la presenza all'estero di Datalogic S.p.A. - società quotata presso il TechStar, attiva nella progettazione, produzione e distribuzione di sistemi per la lettura di codici a barre e RFID (sistemi di identificazione tramite radiofrequenza).

Con l'inizio del 2005, infatti, è stata inaugurata la branch in Finlandia (ad Espoo) e sono state ulteriormente potenziate quelle in Austria  (Guntramsdorf) e in Olanda (nella città di Maarssen).

Datalogic è presente in circa 80 mercati e presidia localmente le principali aree geografiche con oltre 250 dipendenti (pari al 31% della forza lavoro del Gruppo).

Datalogic ha stimato che le tre filiali potranno realizzare, alla fine del 2005, un fatturato complessivo di oltre 13 milioni di Euro registrando tassi di crescita annui superiori al 30%, e raggiungere un totale di 14 dipendenti.

L'ulteriore espansione di Datalogic sui mercati esteri si inquadra in una politica di rafforzamento del gruppo in aree considerate strategiche e con un elevato potenziale di crescita, ed in un potenziamento della rete di vendita finalizzato ad un incremento delle attività commerciali.

"Il rafforzamento della nostra presenza diretta all'estero - ha affermato Roberto Tunioli, Amministratore Delegato della Società - è la conferma dell'elevato livello di internazionalizzazione di Datalogic e delle importanti prospettive che si aprono nel presidio di mercati con significative possibilità di sviluppo".