/upload/header/investor.jpg

Datalogic (TechStar: DAL.MI) - Ottavo trimestre consecutivo di crescita per Datalogic

Ricavi di vendita per oltre 44 milioni di Euro nel 4° trimestre 2004 (+21% rispetto al 4° trimestre 2003), +9,3% a parità di perimetro di consolidamento 146,6 milioni di Euro i ricavi di vendita al 31 dicembre 2004 (+12,7% rispetto al 2003)


Bologna, 10 gennaio 2005
- Datalogic S.p.A. - società quotata presso il TechStar, attiva nella progettazione, produzione e distribuzione di sistemi per la lettura di codici a barre e RFID (sistemi di identificazione tramite radiofrequenza) - ha conseguito ricavi di vendita consolidati per 146,6 milioni di Euro nel corso del 2004.

Il perimetro di consolidamento del Gruppo è variato rispetto aI 2003, poiché i ricavi del 2004 includono anche il fatturato della società Laservall, acquisita recentemente e consolidata a partire dal terzo trimestre 2004. Al netto di Laservall, i ricavi dell'esercizio di Datalogic appena concluso risultano in crescita di oltre il 6% rispetto all'anno precedente. Nel 4° trimestre 2004 i ricavi di vendita hanno raggiunto i 44 milioni di Euro (+21% rispetto al 4° trimestre 2003). A parità di perimetro di consolidamento il fatturato del quarto trimestre 2004 risulta comunque in crescita rispetto allo stesso periodo del 2003, portando a otto i trimestri consecutivi di crescita per Datalogic. Con riferimento alle aree geografiche, risulta particolarmente evidente la crescita del fatturato in Italia (+14% rispetto all'esercizio precedente), in Gran Bretagna (+13%) e nella Penisola Iberica (+10%).

Con riferimento ai settori di attività, nel corso del quarto trimestre è stata rilevante la crescita della divisione Automation che ha registrato ricavi per 12,8 milioni di Euro (+11% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente). "I risultati dell'esercizio appena concluso - ha dichiarato Roberto Tunioli, Amministratore Delegato della Società - evidenziano una continua espansione della Società mantenendo livelli di profittabilità che anche quest'anno sono attesi in crescita a due cifre rispetto all'esercizio precedente".