/upload/header/investor.jpg

Ricavi preliminari di vendita in crescita del 14,4% a 116,7 milioni di Euro nel secondo trimestre 2013 rispetto a 102,0 milioni di Euro nel primo trimestre 2013

Bologna, 17 luglio 2013 Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), società quotata presso il Mercato Telematico Azionario – Segmento Star – organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Datalogic”) e leader mondiale nei mercati dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer per la raccolta dati, sensori, sistemi di visione e sistemi di marcatura laser, annuncia i dati dei ricavi di vendita preliminari del secondo trimestre 2013.

Il Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic, Romano Volta, ha così commentato: I risultati positivi conseguiti mostrano un trend di miglioramento rispetto al trimestre precedente evidenziando una ripresa che ci aspettiamo continuare anche nella seconda parte dell’anno. Riteniamo che l’introduzione, guidata dalle esigenze dei clienti, di nuovi prodotti tecnologicamente avanzati nelle due divisioni ADC e Industrial Automation, possa influenzare positivamente l’andamento dei prossimi mesi e comportare la chiusura favorevole di progetti importanti con alcuni tra i nostri clienti chiave”.

I ricavi preliminari delle vendite del secondo trimestre 2013 si attestano a 116,7 milioni di Euro con una crescita del 14,4% rispetto ai 102,0 milioni di Euro conseguiti nel primo trimestre 2013 e una diminuzione del 3,9% (-3% a cambi costanti) rispetto ai 121,5 milioni di Euro registrati nel secondo trimestre 2012.

Il booking nel corso del trimestre – gli ordini già acquisiti – è stato pari a 119 milioni di Euro, in crescita del 3,5% rispetto al secondo trimestre 2012.

La Divisione ADC (Automatic Data Capture) specializzata nella produzione di lettori di codici a barre fissi per il mercato retail, di lettori manuali e di mobile computer ad uso professionale, ha registrato un fatturato di 71,7 milioni di Euro (62,5 milioni di Euro nel primo trimestre 2013 e 75,5 milioni di Euro nel secondo trimestre 2012). Tale divisione, in notevole miglioramento rispetto al primo trimestre dell’anno, risente ancora del clima attendista nel settore retail che spinge a rimandare gli investimenti. L’interesse da parte degli operatori della grande distribuzione per l’introduzione in particolare di due prodotti unici e tecnologicamente avanzati resta molto alto.

La Divisione Industrial Automation ha registrato un fatturato di 37,0 milioni di Euro, in crescita del 15% rispetto ai 32,0 milioni di Euro conseguiti nel primo trimestre 2013 e sostanzialmente in linea rispetto al secondo trimestre 2012 pari a 37,3 milioni di Euro. L’andamento è positivo nel factory automation grazie ad un maggiore focus sui sensori e le barriere alla sicurezza ed al trend favorevole delle smart camera dedicate all’ispezione e al controllo di qualità sulle linee di produzione. Più in difficoltà i lettori dedicati al T&L (Transportation&Logistics) a causa del posticipo d’importanti progetti sui cui ci attendiamo di recuperare nel secondo semestre.

Infine Informatics ha registrato un fatturato pari a 8,0 milioni di Euro rispetto ai 7,6 milioni di Euro del primo trimestre 2013 e ai 9,0 milioni di Euro del secondo trimestre 2012.

A livello semestrale i ricavi preliminari delle vendite riflettono il progressivo miglioramento ottenuto nel secondo trimestre e si attestano a 218,8 milioni di Euro, con una diminuzione del 7,6% rispetto al primo semestre 2012 (-7,0% a cambi costanti).

I dati del primo semestre 2013 verranno approvati nel prossimo Consiglio di Amministrazione che si terrà in data 30 luglio 2013.