/upload/header/investor.jpg

Riunita l’Assemblea degli Azionisti di Datalogic

• Approvato il bilancio di esercizio ed esaminato il bilancio consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2015

• Approvata la distribuzione di un dividendo pari a 25 centesimi di Euro per azione, in crescita del 38,9% rispetto all’esercizio precedente

• Nominato il nuovo Collegio Sindacale

• Definito il compenso globale massimo dei componenti il Consiglio di Amministrazione

• Approvata la Relazione sulla Remunerazione

• Deliberata autorizzazione per acquisto e disposizione di azioni proprie


Bologna, 2 maggio 2016 – L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Datalogic S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DAL), società quotata presso il Mercato Telematico Azionario – Segmento Star – organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (“Datalogic”) e leader mondiale nei mercati dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer per la raccolta dati, sensori, sistemi di visione e sistemi di marcatura laser, ha approvato, in data odierna, il bilancio di esercizio ed esaminato il bilancio consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2015.

I risultati del 2015 evidenziano un notevole miglioramento rispetto all’esercizio precedente sia in termini di fatturato, cresciuto del 15,2% a 535,1 milioni di Euro, che di redditività – EBITDA in aumento del 6,2% a 73,7 milioni di Euro (EBITDA margindel 13,8%) e utile netto in aumento del 31,4% a 40,5 milioni di Euro. Tale miglioramento, frutto di una costante innovazione di prodotto volta a soddisfare le esigenze della clientela, ha interessato entrambe le divisioni, ADC e IA, e i mercati di riferimento ovvero Europa, Cina e Stati Uniti, dove è stata notevolmente rafforzata la rete distributiva.

La capogruppo Datalogic S.p.A. chiude con un utile netto di esercizio pari a 27,4 milioni di Euro rispetto a 23,6 milioni di Euro dell’esercizio precedente.

***

L’Assemblea - previa destinazione a riserva legale di 161 mila Euro e a riserva utili per cambi di 3,4 milioni di Euro - ha approvato la distribuzione di un dividendo unitario ordinario, al lordo delle ritenute di legge, pari a 25 centesimi per azione (in crescita del 38,9% rispetto ai 18 centesimi per azione nel 2014), per un importo complessivo pari a circa 14,5 milioni di Euro - con stacco della cedola (n. 9) il 9 maggio (record date 10 maggio) e pagamento a partire dall’11 maggio. Il residuo utile di esercizio – pari a 9,3 milioni di Euro – è stato riportato a nuovo.

L’Assemblea ha, inoltre, deliberato:

(i) la nomina dei componenti il “nuovo” Collegio sindacale per gli esercizi 2016, 2017 e 2018- il cui mandato scadrà in occasione dell’approvazione del bilancio d’esercizio della Società al 31 dicembre 2018 - sulla base delle seguenti n. 2 liste depositate presso gli uffici della Società.

L’Azionista di Maggioranza HYDRA S.p.A. (detentore di una percentuale pari a circa il 67,2% del capitale sociale di Datalogic S.p.A.) ha presentato, nell’ordine progressivo indicato, la seguente lista di candidati (“Lista di Maggioranza”): 

Sindaci effettivi:

-      Santagostino Roberto

-      Lancellotti Elena

-      Magagnoli Massimiliano

 

Sindaci supplementi:

-      Fuzzi Mario

-      Magnani Sonia

-      Mazza Ruggero

 

Gli Azionisti di Minoranza – e segnatamente: Arca Azioni Italia e Arca Economia Reale Equity Italia; Eurizon Capital S.G.R. S.p.A. gestore del fondo Eurizon Azioni PMI Italia; Eurizon Capital SA gestore del fondo Eurizon EasyFund - Equity Italy; Fideuram Investimenti S.G.R. S.p.A. gestore del fondo Fideuram Italia; Fideuram Asset Management (Ireland) Limited gestore del fondo Fonditalia Equity Italy; Interfund Sicav gestore del fondo Interfund Equity Italy e JP Morgan Asset Management gestore di JP Morgan Funds e JP Morgan Fund II ICVC – JPM Europe Smaller Companies Fund (complessivamente detentori di una percentuale pari a circa l’1,66% del capitale sociale di Datalogic S.p.A.) - hanno presentato la seguente lista di candidati (“Lista di Minoranza”): 

 

Sindaci effettivi:

-      Fiorenza Salvatore Marco Andrea

 

Sindaci supplementi:

-      Prandi Paolo

 

Per effetto dell’applicazione del cd. “meccanismo voto di lista”, il “nuovo” Collegio Sindacale di Datalogic S.p.A. risulta essere così composto:

 

Sindaci effettivi:

-      Fiorenza Salvatore Marco Andrea - Presidente

-      Santagostino Roberto – Sindaco effettivo

-      Lancellotti Elena – Sindaco effettivo

 

Sindaci supplementi:

-      Prandi Paolo – Sindaco supplente

-      Fuzzi Mario – Sindaco supplente

-      Magnani Sonia – Sindaco supplente

 

assicurando, dunque, alle cd. “minoranze” la nomina di un Sindaco effettivo, in qualità di Presidente, e di un Sindaco supplente, oltre al rispetto dell’equilibrio tra i generi all’interno dell’organo di controllo della Società.

La cd. Lista di Minoranza, da cui è stato tratto il Presidente del “nuovo” Collegio Sindacale Fiorenza Salvatore Marco Andrea e il Sindaco supplente Prandi Paolo, è stata votata da n. 9.518.267 azioni corrispondenti a circa il 19,38% del capitale rappresentato in Assemblea, mentre la cd. Lista di Maggioranza, da cui sono stati tratti gli ulteriori due Sindaci effettivi (Santagostino Roberto e Lancellotti Elena) e ulteriori due Sindaci supplenti (Fuzzi Mario e Magnani Sonia) è stata votata da n. 39.521.445 azioni corrispondenti a circa l’80,45% del capitale rappresentato in Assemblea.

Il curriculum vitae di ciascun componente il “nuovo” Collegio Sindacale della Società - unitamente all’ulteriore documentazione a corredo - sono reperibili presso la sede sociale, presso Borsa Italiana S.p.A., sul meccanismo di stoccaggio autorizzato “Storage”, nonché pubblicati sul sito internet www.datalogic.com – sezione Governance– Documentazione Assembleare.

L’Assemblea ha, altresì, stabilito in 25 mila Euro il compenso annuo del Presidente del Collegio Sindacale ed in 20 mila Euro il compenso annuo di ciascun Sindaco effettivo;

(ii) di stabilire, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 20 dello Statuto sociale, in un importo annuo complessivo e cumulativo pari a 1.600.000 Euro il compenso globale massimo assegnabile alla totalità dei membri del Consiglio di Amministrazione, compresi quelli investiti di particolari cariche, per l’esercizio sociale corrente (2016) e per la frazione di quello successivo (2017), sino alla data di approvazione del bilancio di esercizio della Società relativo all'esercizio 2016, rimettendo alla discrezionalità del Consiglio stesso ogni decisione circa la ripartizione del suddetto importo massimo globale tra i diversi Consiglieri;

(iii) di approvare ai sensi dell’art. 123-ter, comma 6, del D.Lgs. n. 58/1998, la Relazione sulla Remunerazione 2016;

(iv) di autorizzare il Consiglio di Amministrazione ad effettuare operazioni di acquisto e disposizione di azioni proprie (di cui, alla data odierna, la Società ha in portafoglio n. 274.610, pari a circa lo 0,47% del capitale sociale), ferma la volontà di Datalogic di dotare il Consiglio di un importante strumento strategico e di flessibilità gestionale funzionale.
L'autorizzazione riguarda l'acquisto e disposizione di azioni ordinarie proprie entro i limiti quantitativi massimi previsti dalla normativa vigente, per il periodo intercorrente tra la data odierna e quella in cui l'Assemblea sarà chiamata ad approvare il bilancio per l'esercizio 2016, ovvero, nel caso in cui in tale ultima sede non venga deliberata una nuova autorizzazione, per il maggior termine di 18 mesi a decorrere dalla data dell’odierna Assemblea.
Gli eventuali acquisti di azioni proprie saranno effettuati, nel rispetto della normativa vigente, secondo una delle modalità previste dall’art. 144-bis del cd. Regolamento Emittenti Consob, ad un prezzo (per ciascuna azione) che non dovrà essere né inferiore né superiore di oltre il 10% rispetto alla media dei prezzi ufficiali di borsa (a chiusura di seduta) delle azioni registrati da Borsa Italiana S.p.A. nelle cinque sedute precedenti ogni singola operazione.

***

Si rende, infine, noto che:

a) un rendiconto sintetico delle votazioni contenente il numero di azioni rappresentate in Assemblea e delle azioni per le quali è stato espresso il voto, la percentuale di capitale che tali azioni hanno rappresentato, nonché il numero di voti favorevoli e contrari alle delibere e il numero di astensioni, sarà reso disponibile sul sito internet della Società entro 5 (cinque) giorni dalla data odierna;

b) il verbale dell’Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico entro trenta giorni dalla data odierna.