Datalogic aumenta la sicurezza dei pazienti grazie alle soluzioni all’avanguardia per il settore sanitario, fornendo all’Hospital Corporation of America la più ampia base installata di lettori cordless con 60.000 unità

Bologna, 24 luglio 2012 – Il Gruppo Datalogic, leader mondiale nell’identificazione automatica e uno dei principali fornitori di soluzioni globali e produttore di lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati, di sistemi a tecnologia RFID e visione, si conferma leader nell’offerta di soluzioni per il miglioramento dei processi operativi nel settore sanitario e per la sicurezza del paziente.

Datalogic vanta infatti, a livello internazionale, la maggiore base installata di lettori cordless per il settore sanitario, con 60.000 unità fornite alla Hospital Corporation of America (HCA).

Le soluzioni di Datalogic si distinguono anche in specifiche applicazioni fra le quali il monitoraggio remoto delle scorte ospedaliere per AngioScore, produttore di dispositivi medicali, il controllo dei farmaci nel Policlinico dell’Università di Tours (CHRU) in Francia, e l’identificazione e la registrazione delle sacche di sangue per l’Ospedale di Rotterdam in Olanda.

AngioScore, produttore di cateteri a palloncino usati per il trattamento delle arteriopatie in 800 ospedali negli Stati Uniti e nel resto del mondo, deve garantire un costante monitoraggio delle scorte e disporre delle informazioni puntuali sull’utilizzo dei dispositivi. Infatti gli ospedali immagazzinano le unità che vengono fatturate solo sulla base del loro effettivo utilizzo. In questo modo, AngioScore è in grado di monitorare l’utilizzo di ben 70 dispositivi in un solo ospedale. Per soddisfare questa esigenza, AngioScore ha adottato Memor™, il mobile computer compatto di Datalogic, basato su Windows, e il sistema FELIX™ Mobile Work Assistant fornito da Purple Oak, business partner di Datalogic. Secondo Tracy Moss, Customer Service Business Analyst di AngioScore, una delle caratteristiche differenzianti del Memor™ è la precisione del suo scanner laser che giudica "indispensabile per acquisire i dati da registrare in modo efficiente”.

I prodotti medicali possono avere codici a barre lunghi e complessi, stampati in uno spazio limitato, difficili da leggere con alcuni tipi di scanner e il mobile computer Memor™ riesce a leggerli senza alcuna difficoltà. Inoltre, la funzione ‘Green Spot’ brevettata da Datalogic permette all’operatore di avere una conferma immediata di buona lettura grazie alla proiezione di uno spot verde direttamente sul codice a barre.

I terminali Memor™ di Datalogic sono anche il nucleo della soluzione ideata per l’ospedale universitario Bretonneau (CHRU) in Francia, istituto specializzato in oncoematologia dotato di un’unità farmaceutica in grado di produrre 25.000 trattamenti di chemioterapia. La farmacia ha tre unità produttive che richiedono la massima sterilità e sicurezza e per avere la completa tracciabilità del processo di produzione, dalla prescrizione alla consegna, il CHRU utilizza una soluzione sviluppata da Polytech ed Eticsys. All’interno di questa soluzione, i mobile computer Memor™ di Datalogic consentono al personale addetto alla preparazione dei trattamenti di mantenere una costante connessione con il sistema centrale dell’ospedale durante l’intero ciclo di produzione. Inoltre i mobile computer di Datalogic Skorpio™ vengono usati per la consegna e la registrazione della firma della persona incaricata alla ricezione del prodotto.

“Utilizzando le soluzioni Skorpio™ e Memor™ siamo in grado di regolare in tempo reale ogni singola fase della produzione e di rintracciare tutte le operazioni connesse alla chemioterapia di un dato paziente. Non solo è aumentata la nostra sicurezza, ma anche quella dei nostri pazienti” ha dichiarato M. Tournamille, farmacista del CHRU di Tours.

I lettori imager Matrix 410™ di Datalogic Automation sono stati scelti dall’Ospedale di Rotterdam per l’identificazione e la registrazione delle sacche di sangue. Le etichette dei delicati emoderivati contengono numerosi codici a barre costituiti da un minimo di 5 a un massimo di 18 cifre. Per questo era importante che l’ospedale avesse un sistema in grado di leggere questi diversi codici in modo rapido e preciso. I lettori imager Matrix 410™ forniscono un’unica immagine di tutti i codici a barre presenti sulle etichette, che viene registrata nel sistema informativo del laboratorio. Per garantire la massima efficienza, le telecamere dei lettori imager sono omnidirezionali e riescono a leggere anche i codici danneggiati. "Grazie alla soluzione di Datalogic Automation, la registrazione di tutti gli emoderivati utilizzati in laboratorio per le analisi avviene in modo molto più rapido e senza errori" ha dichiarato Raoul Fallaux, Analyst/Application Manager KCL presso l’Ospedale Ikazia di Rotterdam.

Mauro Sacchetto, Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic, sottolinea che un’efficiente gestione ospedaliera è essenziale per garantire ai pazienti un’assistenza tempestiva e adeguata: “Le soluzioni complete offerte dal nostro Gruppo contribuiscono a ottimizzare processi che sono fondamentali per le cure, l’efficienza e la sicurezza in un settore così regolamentato come quello sanitario”.

Le proposte destinate a questo settore sono il risultato dell’offerta integrata di Datalogic ADC e Datalogic Automation, che con un vasto portafoglio di prodotti di scanner industriali e soluzioni di imaging, lettori portatili e fissi, mobile computer, sistemi di visione offrono soluzioni complete per i mercati dell’acquisizione automatica e dell’automazione industriale.