Datalogic, Azienda USL di Bologna e Alfacod insieme per la sicurezza alimentare nella Food Immersion de LA SCIENZA IN PIAZZA®

Bologna, 4 marzo 2014 – Al via un’importante collaborazione tra Datalogic, Azienda USL di Bologna e Alfacod per il progetto la manifestazione scientifica LA SCIENZA IN PIAZZA®, organizzata dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna.

Per 17 giorni, dal 28 marzo al 13 aprile, in Piazza Maggiore e in tanti altri luoghi di Bologna, ci saranno mostre, spettacoli, degustazioni, laboratori e proiezioni dedicati all’educazione alimentare e ambientale.

Per questa occasione il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Bologna ha progettato una mostra interattiva dal titolo “Impronte. Le misure della salute”.  La mostra sarà visitabile in Piazza Re Enzo e sarà un’occasione per meditare su quanto le scelte a tavola possano incidere sulla nostra salute e su quella del pianeta.

I lettori di codice a barre Datalogic, azienda bolognese leader mondiale nei mercati dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer per la raccolta dati, sensori, sistemi di visione e sistemi di marcatura laser, e il software sviluppato da Alfacod, leader nella creazione e nell’integrazione di sistemi di raccolta automatica di dati, di mobile computing e di soluzioni di networking wifi di 4° generazione, permetteranno ai visitatori della mostra di misurare l’Impronta Ecologica che le loro scelte alimentari comportano.

“Nell’era dei Masterchef e delle mille diete, il cibo è tornato di grande moda. In una città come Bologna, che della buona cucina può farne vanto unico al mondo, tre grandi realtà si uniscono per creare un’esperienza irripetibile” dichiara Romano Volta, Presidente, Amministratore Delegato e fondatore di Datalogic. “I nostri Lettori Ottici sono presenti in oltre un terzo dei negozi di tutto il mondo e ogni giorno vengono utilizzati da migliaia di consumatori, anche per fare la spesa ed essere consigliati nelle loro scelte alimentari. Siamo orgogliosi di far parte di questo progetto che si svolge nella nostra città ed è dedicato ad un tema così importante e attuale”.

“E perché non farlo in modo innovativo e interattivo? Guidiamo il visitatore attraverso un percorso virtuale di spesa per ragionare sulle alternative nelle scelte di produzione, confezionamento, trasporto, consumo, spreco. Il conto finale non sarà in denaro, ma in salute, per il visitatore e per il pianeta. Stiamo sviluppando un algoritmo che permette di verificare se siamo davvero bravi nelle nostre scelte alimentari” commenta Giorgio Solferini, Presidente di Alfacod.

Si tratta di un tema di grande attualità che sarà ulteriormente sviluppato ed esposto nell’ambito di EXPO 2015” afferma Fausto Francia, direttore Dipartimento di Sanità Pubblica dell’ Azienda USL di Bologna.