Datalogic Mobile: un avvio da record

Nasce sotto il segno di un record la nuova Datalogic Mobile, azienda del Gruppo Datalogic risultante dall’integrazione delle business unit Mobile Computer di Datalogic e PSC

Bologna, 4 maggio 2007
– Grande esordio per Datalogic Mobile, l’azienda del Gruppo Datalogic nata lo scorso 2 aprile dall’integrazione delle business unit Mobile Computer di Datalogic e di PSC.

Datalogic Mobile avvia infatti la sua attività forte dei risultati eccezionali conseguiti nel primo trimestre di quest’anno dalle business unit Mobile Computers di Datalogic e Mobile & Wireless di PSC, che hanno ambedue concluso un primo quarter eccezionale, complessivamente il migliore mai registrato, aprendo la strada verso un futuro di sicuro successo alla nuova società.

Il risultato consolidato raggiunto dalle due business unit nei primi tre mesi dell’anno è pari a 26 milioni di Euro (più di 33 milioni di US$), con una crescita complessiva del 20% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Eccezionale in particolare la performance della business unit Mobile Computers di Datalogic, che ha registrato un incremento dei ricavi del 45% rispetto allo stesso periodo del 2006, stabilendo il suo record assoluto di crescita.

La neocostituita Datalogic Mobile eredita dunque la gamma prodotti, il know how tecnologico, la conoscenza del mercato e del canale maturati negli anni dalle due business unit, ma soprattutto la loro capacità di sostenere tassi di crescita eccezionali, che le ha poste in posizione di assoluto rilievo sul mercato. L’azienda, che oggi occupa la quarta posizione nel mercato EMEA e la quinta nel mondo, è presente in modo diretto in tutta l’area EMEA, nelle Americhe e nell’Asia/Pacifico.

Datalogic Mobile deve il suo successo anche alla capacità di innovare costantemente: solo lo scorso anno ha infatti lanciato quattro nuove famiglie di prodotto ed ha pianificato altrettanti nuovi lanci anche per il 2007. L’azienda attribuisce infatti importanza strategica all’innovazione, investendo risorse cospicue nella ricerca e sviluppo, svolta nei due centri di ricerca di Eugene (Oregon, USA) e Bologna (Italia).
Datalogic Mobile, con sede a Lippo di Calderara di Reno (Bologna), conta circa 360 dipendenti in tutto il mondo e dispone di due stabilimenti produttivi, in Italia e negli Stati uniti.

“Questi risultati sono da considerarsi ancor più eccezionali perché raggiunti in un momento di profonda trasformazione aziendale“, afferma Francesco Montanari, Direttore Generale di Datalogic Mobile. “Sono frutto dell’impegno e dell’entusiasmo che ci contraddistingue e del rapporto consolidato con i nostri clienti e Partner, che ci hanno confermato ancora una volta la loro fiducia. Questo è sicuramente il modo migliore di iniziare la nuova avventura di Datalogic Mobile!”

“Il nostro obiettivo”, continua Montanari, ”è proporre Datalogic Mobile nel mercato mondiale dei Mobile Computer come il vero e proprio “challenger”, in grado di rappresentare la solida alternativa ai leader del settore. Proprio in un momento di forte discontinuità, caratterizzato da passaggi di proprietà ed incertezza”, conclude Montanari, “Datalogic Mobile definisce una chiara e coerente strategia di crescita, ancora una volta basata sulla relazione consolidata con il proprio canale e sull’offerta di una gamma di prodotti completa e innovativa”.

Nella sua offerta Datalogic Mobile consolida le due linee di Mobile Computer ad uso professionale delle business unit Mobile Computers di Datalogic e Mobile & Wireless di PSC. Il risultato di questa integrazione è una gamma completa di prodotti dedicati alle applicazioni di gestione dei magazzini, di automazione delle forze vendita e di campo e alla raccolta dati nei punti vendita.

L’offerta di Datalogic Mobile include hand-held computer, dai modelli ultra-compatti, a quelli dotati di tastiera alfanumerica estesa, PDA industriali, terminali pistol-grip e computer veicolari. A completamento della gamma, Datalogic Mobile offre inoltre soluzioni software middleware, che garantiscono il più alto livello di compatibilità e integrazione con gli standard di mercato.