Datalogic smista i bagagli a Fiumicino: ADR (Aeroporti di Roma) si rafforza adottando una innovativa tecnologia che ha già permesso di diminuire enormemente il numero dei bagagli smarriti e dei costi conseguenti

Bologna, 22 luglio 2010 – Il Gruppo Datalogic, leader nel mercato dei lettori di codici a barre, di mobile computer per la raccolta dati, di sistemi a tecnologia RFID e visione, tramite la controllata Datalogic Automation, ha realizzato per l’aeroporto di Roma “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, il più grande scalo italiano con quattro terminal e oltre 33 milioni di passeggeri ogni anno, trenta tunnel a lettura omnidirezionale per migliorare la consegna dei bagagli.

Grazie all’elevato know how tecnologico di cui dispone, Datalogic è stata individuata da Aeroporti di Roma (ADR) per garantire una più efficiente gestione dei bagagli e aumentare il livello di servizio ai passeggeri, sviluppando un progetto di tracciabilità dei bagagli dal prelievo dalla stiva dell’aereo fino alla consegna al passeggero. 

Datalogic ha realizzato una stazione di lettura destinata a ogni punto di ingresso e di uscita dei bagagli in tutti i terminal aeroportuali, riuscendo così a raccogliere dati utili su ciascun bagaglio e monitorarne gli spostamenti. Una volta posto sul nastro trasportatore, il bagaglio segue un percorso predefinito dove viene sottoposto a diverse fasi di lettura dagli scanner Datalogic che lo indirizzano verso la destinazione corretta, monitorando al tempo stesso le performance del sistema di smistamento bagagli dal momento in cui questi vengono scaricati dall’aereo.
Per garantire una corretta e più rapida procedura di smistamento e consegna dei bagagli, Datalogic Automation ha fornito una soluzione customizzata composta da trenta tunnel di lettura omnidirezionale su 270° del codice a barre IATA, per un totale di 200 laser scanner della serie 8000 e 30 controller SC6000, utilizzando per lo scalo di Fiumicino applicazioni tecnologiche uniche, come: 

-  DS8100A e DX8200A, i più potenti lettori di codici a barre sul mercato;
- ACR™ (Auto Ricostruzione Codice), il sistema che consente di ottenere il codice completo a partire da scansioni parziali;
- ASTRA™ (Automatically SwiTched Reading Area), che permette massima profondità di campo grazie al sistema di autofocus;
- PackTrack™, capace di effettuare la corretta assegnazione del codice ad ogni singolo bagaglio, anche quando gli oggetti da identificare sono molto ravvicinati.

Con questa commessa Datalogic Automation rafforza la propria posizione nel mercato aeroportuale italiano, in cui è presente come fornitore di tutti i maggiori scali, da Milano, Bergamo e Torino, a Venezia,  Pisa e Palermo che si aggiungono, tra gli altri, allo scalo europeo di Barcellona e all’aeroporto Honggiao di Shanghai.

Mauro Sacchetto
, Amministratore Delegato di Datalogic, ha dichiarato: Siamo particolarmente orgogliosi di avere stretto questa partnership con il più grande scalo aeroportuale  italiano, che costituisce, inoltre, un’alleanza di successo tutta italiana. Ancora una volta viene riconosciuto l’elevato standard qualitativo che Datalogic è in grado di garantire nella realizzazione di soluzioni tecnologiche innovative e vicine alle esigenze dei clienti, soprattutto in applicazioni complesse e delicate come la corretta gestione dei bagagli di milioni di passeggeri. La nostra capacità di fornire soluzioni così avanzate deriva dalla costante attenzione che dedichiamo alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie progettate per migliorare molti aspetti della vita quotidiana. Anche per questo Datalogic è il partner ideale per chi fa della qualità e del servizio uno dei propri punti forza".