Datalogic sostiene la ricerca per la cura delle Malattie Rare

Bologna - 20 Febbraio 2015 - Datalogic, leader mondiale nei settori dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale, e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer, sensori, sistemi di visione e marcatura laser, è orgogliosa di sostenere la Fondazione Francese per le Malattie Rare.

Sono circa 3 milioni le persone in Francia, 30 milioni in Europa e 300 milioni in tutto il mondo (circa il 6-8% della popolazione mondiale), di cui la metà bambini, ad essere affette da una delle 7.000 malattie rare! Patologie che sono una delle sfide più importanti per la sanità pubblica. Tuttavia, per queste 7.000 malattie rare solo 200 sono i trattamenti attualmente disponibili.

La Fondazione Francese per le Malattie Rare, nata nel febbraio 2012, ha lo scopo di recuperare i fondi, coordinare e supportare i gruppi di ricerca per lo sviluppo di nuovi trattamenti contro queste malattie. Come organizzazione privata non-profit, la Fondazione partecipa attivamente al 2° Piano Nazionale sulle Malattie Rare 2011-2014, realizzato grazie al supporto dei 5 membri fondatori: AFM-Telethon, Alliance Maladies Rares, Inserm, Conferenza dei rettori delle università Francesi, il CEO degli Ospedali Universitari Francesi. 

Fin dalla sua creazione, la Fondazione si è avvalsa dell’aiuto di un team di professionisti presenti in tutta la Francia, con l’intento di comprendere meglio le cause delle malattie rare, sviluppare nuovi trattamenti e migliorare la qualità della vita dei pazienti. La Fondazione è attiva in tutta Europa e a livello internazionale, in qualità di partner in diversi programmi di cooperazione.

Datalogic, come azienda socialmente responsabile, ha da sempre dedicato particolare attenzione alla salute e alla sicurezza dei propri lavoratori e della comunità in cui opera.

"L’etica e l’impegno sono da sempre valori fondamentali per Datalogic e per i suoi dipendenti. Sostenendo la Fondazione Francese per le Malattie Rare, siamo orgogliosi di dedicare il nostro tempo e le nostre risorse a favore della collettività." Ha dichiarato Guillaume Vicot, Vice President di Datalogic ADC per l’Europa Occidentale e l’Africa. "Questa partnership è l’inizio di una collaborazione a lungo termine, che ci permetterà di ampliare le attività con la Fondazione anche per tutto il 2015".