Sensori di Visione

Sensori di Visione

CERCA UN PRODOTTO

Sensori di Visione

Seleziona uno o più filtri e premi il pulsante Cerca

I sensori di visione Datalogic sono telecamere di facile utilizzo, per attività di elaborazione delle immagini, in grado di ispezionare ogni tipo di oggetto. I parametri e le loro funzionalità sono solitamente regolati tramite appositi tool di visione che usano una speciale interfaccia utente software. I Sensori di visione innovativi, come l'esclusivo Smart-VS, non hanno bisogno di utilizzare speciali strumenti di parametrizzazione ma, attraverso funzionalità base di machine learning, sono in grado di discernere se l'immagine è BUONA o NON BUONA. La loro funzione è come quella di un sensore fotoelettrico, molto semplice da usare e da installare.

L'interfaccia del sensore di visione Datalogic può essere configurata in diversi modi: attraverso PC tramite comunicazione Ethernet (DATAVS2 e Smart-VS) o tramite strumenti di monitoraggio dedicati come VSM (utilizzabili con DATAVS2).

I sensori di visione catturano le immagini e le ispezionano per determinare la presenza degli oggetti, il loro orientamento, le dimensioni e la qualità. La differenza rispetto ad un sistema di visione è che i sensori di visione hanno fotocamera, l’illuminatore e il controller di elaborazione tutti integrati insieme. Esistono differenze tra questi sensori ed altri più generici. Ad esempio, per le ispezioni multi-punto si può usare un singolo sensore di visione. Inoltre, grazie all'ampio campo visivo (Field of View - FOV), è possibile rilevare l’articolo anche quando la sua posizione non è precisa.

Una volta che l'immagine acquisita passa attraversol’obiettivo del sensore divisione viene convertita in un segnale elettrico, generalmente da un ricevitore CMOS contenente una matrice di elementi sensibili. Ogni pixel all'interno di questi elementi rileva la luminosità e la forma geometrica dell’oggetto in base all’esposizione luminosa che ha generato l’immagine.

L’elemento di ricezione è sensibile all’intensità luminosa, al colore, oppure alle gradazioni di grigio (monocromatico). Una volta ricevuta la luce l’elemento ricevente la separa in the colori differenti il rosso,il verde ed il blu con la loro relativa gradazione di luminosità in modo da identificare i vari colori del target (oggetto da rilevare). L’elemento di ricezione monocromatico invece identifica tutte le varie gradazioni di grigio rilevate tra il nero estremo ed il bianco.

L’implementazione ed installazione dei sistemi di visione complessi possono essere critici e dispendiosi a causa della loro complessità applicativa. Il sensore di visione offre un'alternativa ai sistemi visione più complessi o ai sensori fotoelettrici disponibili sul mercato, oltre ad essere considerata una soluzione conveniente ed efficace per le attività automatizzate di ispezione e controllo qualità.

I sensori di visione sono la scelta perfetta per gli utenti che hanno bisogno di un sistema di controllo intuitivo, facile da implementare e con tempi di inattività minimi.

 

Sensori di Visione Applicazioni Comuni

 

I sensori di visione sono ideali per gestire semplici applicazioni di controllo qualità, tra le quali anche la presenza/assenza di un'etichetta sul prodotto e la completa verifica del corretto assemblaggio delle parti.

L'ispezione pattern-match è un'attività comunemente eseguita dai sensori di visione che, una volta rilevata una mancata corrispondenza, permette di inviare un messaggio di errore.

Quando si sceglie un sensore di visione, è importante valutare alcuni aspetti importanti:



  • La velocità dell'applicazione
    È importante verificare che la soluzione di visione sia adatta alla velocità dell'applicazione. Più condizioni sono da verificare, più lunga sarà l’attività di ispezione. Smart-VS ha un tempo di risposta di 50 ms anche se la luce ambientale si modifica durante il processo, divenendo così la scelta ideale in numerosi ambiti applicativi.

  • La distanza di rilevamento
    La distanza di rilevamento per i sensori di visione di solito va da 300 mm fino a 50 mm. Definire questo intervallo è molto importante poiché può influenzare la risoluzione dell'immagine da catturare e l'accuratezza dell'ispezione. L'illuminazione degli oggetti può rendere l'immagine più chiara tramite la regolazione della messa a fuoco e al campo visivo, per garantire che tutti i dettagli necessari per l'ispezione siano visibili. Se fosse necessaria una maggiore distanza per coprire il campo di osservazione, potrebbe essere consigliabile scalare fino a una smart camera con ottica intercambiabile.

  • Dimensione dell'oggetto da rilevare
    È molto importante verificare che l'oggetto si inserisca nel campo visivo del sensore di visione. A causa delle dimensioni dello stadio ottico, questi sensori hanno un campo visivo più limitato rispetto alle smart camera o ai sistemi di visione più costosi. Pertanto, funzionano meglio su piccole parti o per assemblaggi con piccole quantità di parti.

  • Lo scopo dell'applicazione di rilevamento
    È importante scegliere il dispositivo corretto che meglio risponde alle applicazioni di identificazione necessarie per la propria azienda. Se la distanza e il posizionamento degli oggetti non sono troppo complessi, un sensore di visione può essere un buon punto di partenza, grazie alla sua facilità di implementazione. La tecnologia Smart-VS di Datalogic offre ottime prestazioni nelle attività di controllo presenza/assenza, ottimizza il ritorno degli investimenti perché la sua l'installazione non necessita di tecnici specializzati. L'implementazione può essere facilmente gestita sul campo da qualsiasi operatore di macchina.


Sensori di visione vantaggi comuni

 

In generale, il vantaggio più immediato e tangibile dei sensori di visione è quello di essere dispositivi autonomi in grado di rilevare gli oggetti opportunamente illuminati, con un'ampia varietà di lenti e fotocamere, integrati in un'unica unità compatta, in grado di soddisfare numerose applicazioni, oltre ad essere facili da installare e implementare nel sistema.



  • Risparmio tempi e costi
    I sensori di visione sono in genere più piccoli, economici e meno complicati delle telecamere intelligenti, oltre ad essere una delle soluzioni di visione più facili da utilizzare in tempi rapidi. Il periodo di formazione sull’utilizzo di un sensore di visione è relativamente breve.

  • Facile configurazione con PC  
    L'interfaccia utente semplice e completa rende la configurazione un gioco da ragazzi.

  • Sono necessari meno dispositivi per la verifica di più condizioni
    I sensori di visione possono essere utilizzati per semplici applicazioni di verifica e ispezione. Oltre a controllare diverse condizioni contemporaneamente, sono in grado di catturare un'intera immagine piuttosto che un singolo punto, evitando così di dover ricorrere all’uso di più sensori fotoelettrici.

  • Un unico modello per soddisfare una varietà di applicazioni  
    Scegli tra i diversi campi visivi disponibili quello che meglio si adatta alle tue esigenze, ottieni una maggiore versatilità e flessibilità applicativa grazie alle diverse ottiche e ai sistemi di messa a fuoco.