Datalogic ottiene 846.000 Euro di contributo per l’attività di Ricerca e Sviluppo dalla Regione Emilia Romagna

Bologna – 19 Gennaio 2017 – Datalogic, leader mondiale nei settori dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer, sensori per la rilevazione, misura e sicurezza, sistemi di visione e marcatura laser, ha ottenuto 846.000 Euro di contributo per attività di Ricerca & Sviluppo nell’ambito di un progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna (POR FESR 2014-2020).

Il progetto presentato da Datalogic, denominato AIDA (Automazione Industriale aDattativA attraverso sistemi di visione cyber-fisici), si è classificato nella prima posizione della graduatoria della “tipologia B” che prevede attività di ricerca e sviluppo rivolte a introdurre sul mercato nuovi prodotti o servizi, o adottare nuove tecnologie produttive che prevedano nuovi investimenti e ampliamenti produttivi sul territorio regionale e impatto su nuova occupazione nell’ambito della filiera di riferimento.

AIDA ha l’obiettivo di concepire un innovativo sistema di visione cyber-fisico (CPS) adattativo, interoperabile e con capacità di auto-apprendimento, composto da una rete di agenti intelligenti, con capacità di acquisizione, elaborazione e comunicazione, per l’ottimizzazione dei processi di identificazione, ispezione, misura e controllo qualità, rilevamento, sicurezza, nei settori Factory Automation e Transportation & Logistics. Il CPS garantirà un significativo miglioramento rispetto alle soluzioni allo stato dell’arte in termini di flessibilità, intelligenza e adattabilità.

Datalogic ha superato una dura selezione, grazie all’alto contenuto innovativo del progetto e per il background aziendale che ha garantito la commissione di valutazione sulla presentazione dei risultati previsti per la fine del 2018.

Datalogic, da sempre convinta che la ricerca sia fondamentale per il proprio business, come testimoniano i circa 1.200 brevetti e domande di brevetto detenuti dal Gruppo, ha investito oltre 48 milioni di euro (9% del fatturato) nel settore Ricerca e Sviluppo nel 2015.