12.000 sensori Datalogic ottimizzano i processi di un importante protagonista del settore edile cinese

Bologna, 27 marzo 2014 - Datalogic, leader mondiale nei settori dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale, nonché produttore di lettori di codici a barre, mobile computer, sensori, sistemi di visione e marcatura laser, ha fornito una soluzione di rilevazione costituita da 12.000 sensori fotoelettrici Serie S5 (S5-5-C60-30) ad uno dei più grandi progettisti e costruttori cinesi di macchinari per la lavorazione di materiali edilizi.

La società necessitava di sensori fotoelettrici per la rilevazione di piastrelle in ceramica sulle linee di imballaggio automatico ed esigeva prestazioni elevate, un’ottima assistenza tecnica e costi contenuti. Datalogic ha risposto mettendo a disposizione la sua ampia gamma di sensori fotoelettrici, adatti per uso universale e specifico, che comprende sensori di colore, di contrasto e di luminescenza, a forcella per la rilevazione di etichette, nonché dispositivi per la misurazione delle dimensioni e della distanza.

In questa applicazione specifica, i sensori fotoelettrici serie S5 di Datalogic vengono utilizzati sulla linea di imballaggio automatica per l’identificazione, per il conteggio e per lo stoccaggio delle piastrelle di ceramica. Su ogni linea sono stati installati una cinquantina di dispositivi che garantiscono funzioni di rilevazione e monitoraggio in ogni singola fase del processo di imballaggio, dal carico alla pallettizzazione.

I sensori fotoelettrici vengono usati per rilevare la presenza, la posizione e il numero delle piastrelle prima che vengano caricate sul nastro trasportatore. Una volta caricate sul nastro, le piastrelle raggiungono la stazione di imballaggio e confezionamento e infine arrivano a quella di pallettizzazione. In corrispondenza di ogni segmento del nastro trasportatore è installato un sensore fotoelettrico. Quando le piastrelle sul nastro passano al segmento successivo, il sensore fotoelettrico rileva la loro assenza e dà il via ad altre piastrelle. I sensori rilevano la posizione e la quantità delle piastrelle, sia prima dell’imballaggio sia prima della pallettizzazione.

 

La serie S5 di Datalogic è costituita da una gamma completa di sensori fotoelettrici tubolari M18 in plastica. Tra le funzioni ottiche è possibile scegliere tra vari modelli di tasteggio focalizzato 15 mm e 50 mm o modelli di prossimità diffusa a corta, media o lunga distanza fino a 60 cm; sbarramenti a retroflessione fino a 4 m, a 3 m in versione polarizzata e a 1 m per la rilevazione di materiali trasparenti; proiettore-ricevitore per distanze fino a 12 m e modelli con connessione per fibre ottiche.

Sono disponibili diverse versioni con ottica assiale o radiale. La serie offre un collegamento a connettore o a cavo, a 3 fili con alimentazione in alternata o a 4 fili con alimentazione in continua con configurabilità completa dell’uscita NPN/PNP e modalità buio/luce. Sul fondo del sensore è ben visibile un LED rosso che indica lo stato dell’uscita.

“Siamo lieti di aver instaurato un altro rapporto di collaborazione con la Cina grazie ai nostri elevati livelli di servizio e ai nostri prezzi concorrenziali, questo ci consente di espandere ulteriormente la nostra base di clienti nel paese”, ha dichiarato l’Ing. Romano Volta, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic.