Crealo, contrassegnalo, impacchettalo, traccialo: Datalogic presenta il suo nuovo portafoglio di soluzioni a SPS Smart Production Solutions

Bologna, 8 novembre 2019. A SPS Smart Production Solution di Norimberga, in Germania, Datalogic presenta il suo ultimo portafoglio di prodotti e soluzioni realizzati per le aziende di produzione, per la gestione sicura dei processi di tracciabilità e di imballaggio.

Per la prima volta Datalogic mostrerà la nuova versione del software IMPACT™ 12.2 in grado di facilitare l’implementazione e le prestazioni di un sistema di tracciabilità basato sulla tecnologia di visione. Questo nuovo tool è stato testato e certificato per funzionare con i robot di “Universal Robots” per gestire ogni tipo di applicazione di visione e di ispezione.

Gli utenti possono ora calibrare e configurare semplici applicazioni di prelievo e posizionamento direttamente dal robot teach pendant. Datalogic IMPACT 12.2 viene fornito con un plug-in IMPACT 2D Robot Guidance UR Cap Plugin pronto per il download. Insieme ai miglioramenti dell'usabilità per l'orientamento, Datalogic ha anche apportato miglioramenti delle prestazioni a più strumenti di localizzazione per migliorare l'accuratezza della posizione. I miglioramenti della velocità e dell'usabilità dello strumento Advanced OCR stanno ora aiutando gli utenti a risolvere più rapidamente le applicazioni di tracciabilità.

Tra le altre soluzioni presenti in fiera ricordiamo il MARVIS™, la soluzione integrata Datalogic che permette una marcatura a zero difetti e garantisce la leggibilità del codice al 100%. MARVIS è una soluzione completa basata sui prodotti di marcatura laser Datalogic AREX, VLASE e UNIQ e sulla famiglia completa di lettori fissi industriali Matrix. È dotato di un set completo di accessori e possibilità di configurazione che permettono di gestire praticamente qualsiasi tipo di processo di "Mark and Validate". Tra le caratteristiche principali segnaliamo l’interfaccia utente (GUI) che permette la configurazione del laser e del lettore tramite editing grafico e l'uscita digitale GOOD/BAD per una facile selezione delle parti. Il software di marcatura Lighter Laser Marking appena rilasciato supporta l’interfaccia PROFINET IO (PNIO) che, insieme al supporto ETHERNET / IP e ETHERNET TCP / IP, permetterà di gestire applicazioni di automazione industriale di alto livello.

Per garantire la tracciabilità dei prodotti nei processi logistici, è necessario dotarsi di soluzioni flessibili che permettano l’acquisizione automatica dei dati in maniera affidabile. A Norimberga Datalogic mostra due nuovi device in grado di leggere codici a barre sia a breve che a lunga distanza. Sia lo scanner manuale PowerScan™ 95X1 che il robusto mobile computer Falcon™ X4 sono ora in grado di gestire in automatico diverse distanze di lettura, che vanno dai 15 cm ai 20 metri, indipendentemente dalle condizioni di luce.  Grazie ai nuovi modelli Auto Range ogni processo di acquisizione dei dati a livello di produzione e di magazzino viene notevolmente semplificato. Per le applicazioni che richiedono palmari PDA, è possibile testare il nuovo modello di Memor 10 con Android 8.1 Oreo, con suite GMS per le applicazioni Google, un sensore megapixel ad alte prestazioni per migliorare ulteriormente la capacità di scansione. Il PDA può essere utilizzato anche per applicazioni in ambito di tracciabilità del tabacco in quanto legge codici DotCodes e Digimarc®.

In mostra per la prima volta a Norimberga c’è anche la nuova serie di sensori intelligenti con tecnologia ASIC di Datalogic, il dispositivo master IO-Link, disponibile per la connessione Profinet e il bus di campo Ethernet-IP, che consentirà di collegare in cloud i sensori tubolari serie S5N e tutti i futuri sensori intelligenti Datalogic.